giovedì 21 giugno 2012

Goletta Verde 2012




Sono ormai 27 anni che Goletta Verde naviga in difesa del nostro immenso patrimonio marino e costiero. L’impegno e l’entusiasmo si rinnovano ogni estate per diffondere informazione sulla qualità delle acque e per socializzare l’impegno ambientalista a difesa dei beni comuni.
Dal 1986 ad oggi, i punti fermi della nostra attività, il monitoraggio ambientale e la sensibilizzazione per la tutela degli ecosistemi marini, hanno tracciato la rotta della nostra imbarcazione che, con il suo equipaggio, insegue le angherie dei pirati del mare, coinvolgendo ed informando i cittadini e chiamando in causa le amministrazioni contro gli oltraggi della speculazione edilizia e dell’abusivismo, della mancata depurazione delle acque, dei tentativi di privatizzazione del demanio, dell’offesa delle trivellazioni petrolifere e della pesca di frodo.
Segui il nostro viaggio, in questa nuova estate a tutela del mare!

I temi dell'edizione 2012

Sotto la lente di ingrandimento le questioni inerenti la portualità, il consumo di suolo, l’abusivismo, il petrolio, le aree marine protette, le rotte delle grandi navi e la sicurezza per bagnanti e naviganti. Rimane come sempre alta l’attenzione per il tema della mancata depurazione: un pericolo sanitario e ambientale che affligge ancora una grossa parte del nostro territorio: il 30% delle acque di fogna viene ancora scaricato in mare, nei laghi e nei fiumi senza essere opportunamente depurato. Proprio a questo serve il monitoraggio scientifico condotto dai biologi di Goletta Verde, ad individuare ed evidenziare le zone più colpite dall’inquinamento microbiologico direttamente causato dagli scarichi abusivi.
Puoi contribuire anche tu a difendere il mare dall'inquinamento! Segnala situazioni sospette a SOS Goletta.
Per informazioni e contatti:
Mail: golettaverde@legambiente.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Tel: 06- 86268- 417/348


Sostieni goletta

Sali a bordo!

Anche tu puoi fare la tua parte: acquista on-line la t-shirt ufficiale dell'equipaggio di Goletta Verde 2012.
Il ricavato dell'iniziativa sosterrà le attività della campagna e del nostro equipaggio a difesa del mare e delle coste.
Un piccolo gesto che può fare una grande differenza!

Clicca qui per acquistare la tua t-shirt e indossare lo stile del mare.

 


SOS Goletta 2012





Aiutaci a difendere il mare dall’inquinamento!
Se ti capita di individuare tubature che scaricano liquidi o sostanze sospette in mare o nei laghi, se ti imbatti in tratti di mare o di lago dal colore e dall’odore sgradevoli segnalalo tempestivamente  a SOS Goletta!
Inviaci una breve descrizione della situazione, l’indirizzo e le indicazioni utili per identificare il punto, le foto dello scarico o dell’area inquinata e un recapito telefonico scrivendo a scientifico@legambiente.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,  inviando un SMS o MMS al numero 346.007.4114, oppure chiamando lo 06.862681.
Le vostre segnalazioni aiuteranno i biologi di Goletta Verde a individuare nuovi punti da controllare, campionare, denunciare alle autorità competenti.
Ci aiuterai inoltre a tenere informati i cittadini sul reale stato di salute del nostro mare e dei nostri laghi.
Per portare avanti il nostro impegno in difesa del mare e dei laghi dall’inquinamento e per tenere a bada i pirati del mare e chiunque perpetui azioni a danno degli ecosistemi marini e lacustri abbiamo bisogno del contributo di tutti. Anche del tuo!

sabato 16 giugno 2012

FESTA DELL’ORATORIO 2012



Bellissima iniziativa dell'oratorio "Lidia Carlotta Vilona" - Buon Pastore - Policoro.
Erano presenti delle associazioni, tra cui noi: Circolo Legambiente Policoro.
E' stata la prima edizione di "AMICINBICI".
La partenza è stata aperta dal Parroco don Salvatore e dal Sindaco Leone.
Erano in tanti con la propria bici, bambini, ragazzi e adulti.
Brava Lucia Montesano: coordinatrice dell'iniziativa!


Appuntamento alla prossima edizione...!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

video



video




video



video











venerdì 15 giugno 2012

Guida Blu 2012



Il mare e gli oceani coprono circa i tre quarti della superficie del pianeta: un’area di 360 milioni di chilometri quadrati contro i 149 milioni delle terre emerse.
Pesca eccessiva, inquinamento da fonti marine e terrestri hanno provocato il crollo delle popolazioni marine, tanto che oggi molti stock ittici sono ormai vicini al collasso. L’ecosistema marino è inoltre minacciato dall’inquinamento, dagli scarichi non depurati, dalle industrie e dal petrolio: milioni di tonnellate di greggio finiscono in mare sia a causa di incidenti ai cargo, sia per la pratica illegale del lavaggio delle cisterne in navigazione.Infine anche gli effetti del clima impazzito si faranno sentire sugli equilibri di mari e oceani porteranno: in particolare, riduzione delle aree ghiacciate al Polo nord, modificazione della salinità e delle correnti, riduzione della pescosità. Molte aree costiere sperimenteranno poi un aumento dell'invasione delle acque marine, dell'erosione e della salinizzazione delle falde. Il rischio è particolarmente alto nelle aree tropicali e subtropicali.
Spiagge da sogno, laghi, immersioni e itinerari suggestivi nelle località amiche dell'ambiente.
Con la Guida Blu 2012 sarà più facile scegliere la meta delle vostre vacanze! 
Nella Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano troverete tutte le località costiere che hanno saputo integrare natura, arte, tradizione ed enogastronomia, con forme di accoglienza sostenibili e a basso impatto sul territorio.

Le proposte di Legambiente sul tema 'Mare'


Migliorare la normativa sul danno ambientale, rendendola più stringente, per combattere con armi adeguate il fenomeno degli sversamenti accidentali e intenzionali in mare, prevedendo al contempo sanzioni più elevate .
Ripristinare il sistema di prevenzione e pronto intervento in caso di incidente marino rilevante e in presenza di routine, la cui assenza è un fatto gravissimo in un paese come l’Italia che sopporta il maggior traffico petrolifero del mediterraneo.
Rafforzare i sistemi di controllo satellitare del traffico marittimo, completando la copertura della rete Vts (Vessel Traffic Service)
Combattere l’abusivismo edilizio, e contrastare cementificazione e artificializzazione della fascia costiera, causa di fenomeni di erosione e della perdita di siti naturali e sistemi dunali.
Continuare nell’opera di ricerca della verità nella vicenda delle navi veleni, affondate nei nostri mari con il loro carico di rifiuti tossico-nocivi e addirittura radioattivi.
Rafforzare gli strumenti di controllo e vigilanza sulla pesca, per mettere fine alla politica delle emergenze; e attuare attività di promozione della pesca costiera artigianale, basata su un prelievo responsabile delle risorse ittiche.
Aggiornare la normativa che regola le aree marine protette, vecchia di quasi 30 anni, per renderla omogenea a quella delle aree protette terrestri.
Incrementare il numero di posti barca ‘a cemento zero’, dando seguito al lavoro - avviato da Legambiente e Ucina - di censimento degli specchi d’acqua sui quali ricavare porti turistici senza costruire nuove infrastrutture, anche variando la destinazione d’uso di vecchi scali.

Vuoi cercare una località? vai al motore di ricerca della Guida Blu

giovedì 14 giugno 2012

12 giugno 2011 – 12 giugno 2012: a un anno dal referendum su acqua e nucleare.


Legambiente: “Ora impegni concreti per la diffusione delle rinnovabili  e per il rispetto dei beni pubblici”
“Nonostante l’osteggiamento del governo e il boicottaggio sistematico di gran parte dei media tradizionali, un anno fa in Italia succedeva una cosa bellissima: 27 milioni di persone di diverso orientamento politico e culturale si sono recate alle urne per esprimere democraticamente la loro volontà rispetto a due temi fondamentali: l’acqua e il nucleare. A 12 mesi di distanza, ci fa piacere ricordare questo evento, con la consapevolezza che pure quel risultato così eclatante, che ha liberato l'Italia dall’atomo e rilanciato l’acqua bene pubblico, non ha determinato una scelta univoca e lungimirante della politica delle risorse ambientali nel nostro Paese. Sull’acqua sono ancora troppo insistenti i tentativi di privatizzazione. Mentre il Governo sta osteggiando lo sviluppo delle fonti rinnovabili con l’introduzione di norme complesse, regole incerte, continue ipotesi di revoca degli incentivi, che confondono lo scenario e scoraggiano gli investimenti”. Così Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente ha dichiarato oggi in occasione del primo anniversario dei referendum su acqua e nucleare  del giugno 2011.

“Al successo del referendum sul nucleare, un anno fa, contribuì in modo significativo, il terribile incidente alla centrale nucleare di Fukushima che sembrò decretare lo stop alla costruzione di nuove centrali in quasi tutto il mondo- ha concluso Cogliati Dezza -. Vorrei quindi esprimere oggi la nostra solidarietà alle vittime di quel drammatico incidente e a tutto il popolo giapponese, oggi di nuovo minacciato dall’ipotesi di riattivazione di due delle centrali chiuse a seguito del disastro nucleare”.




domenica 10 giugno 2012

Raccolta Differenziata

La raccolta differenziata è un sistema di raccolta dei rifiuti che consente di raggruppare quelli urbani in base alla loro tipologia materiale, compresa la frazione organica umida, e di destinarli al riciclaggio, e quindi al riutilizzo di materia prima. Raccolti dai cittadini in cassonetti o campane distinte per materia (la carta, la plastica, il vetro, l’alluminio, i metalli ferrosi) o divisi a monte nelle case e recuperati a domicilio dai comuni (è questo il metodo più efficiente, il cosiddetto “porta a porta”)  vengono destinati ad impianti di trattamento dei rifiuti. Qui vengono depurati dalla presenza di materiali estranei e non omogenei, e avviati agli impianti industriali di produzione che impiegano quelle che, a questo punto, sono divenute “materie prime seconde”.
La raccolta differenziata, dunque, risponde a due problemi legati all’aumento esponenziale della produzione di rifiuti: il consumo di materia prima (diminuito appunto grazie al riciclo) e la riduzione delle quantità destinate alle discariche e agli inceneritori. Inoltre, dalla gestione integrata dei rifiuti può venire anche un contributo importante alla lotta ai cambiamenti climatici e all’inquinamento dell’aria. Secondo stime di Legambiente, chi oggi ricicla la metà dei propri rifiuti riduce la CO2 e i gas climalteranti emessi in atmosfera di una quantità tra i 150 e i 200 chili all’anno.
La normativa nazionale individua precisi obiettivi da raggiungere per quanto riguarda la raccolta differenziata, con un minimo del 45% nel 2008 e del 65% nel 2012. Obiettivi rispetto ai quali il Paese viaggia a tre velocità: il Nord vicino a arrivato al target, il Centro che solo in alcune aree si avvicina allo standard settentrionale, e il Sud in cui, a parte poche eccezioni, queste raccolte sono ancora una chimera.











domenica 3 giugno 2012

FestambienteSud 2012





ABBONAMENTI (CON IL 20% DI RISPARMIO) e BIGLIETTI per i grandi Concerti

Partita la prevendita per Radiodervish, Tre Allegri Ragazzi Morti, Il Teatro degli Orrori, Afterhours, Vinicio Capossela. Anche in abbonamento, con un PACCHETTO RISPARMIO

Concerto di VINICIO CAPOSSELA in una giornata per la Grecia e l'Europa dei popoli

Il Concerto "Rebetiko Gymnastas" / Esercizi all'aperto”, domenica 29 luglio 2012 nella splendida cornice del Castello di Monte Sant’Angelo, città Unesco.

AFTERHOURS a FestambienteSud, il 25 luglio

Concerto del gruppo rock a Monte Sant'Angelo, in una serata dedicata alla salvaguardia dei beni culturali e al patrimonio Unesco.

I RADIODERVISH aprono la dieci giorni di Teatro Civile Festival e FestambienteSud

Il 20 luglio nella città UNESCO di Monte Sant'Angelo il gruppo italiano che parla il linguaggio musicale del Mediterraneo.

"Il suono Antico dei tamburi": a FestambienteSud la Summer school con ALFIO ANTICO

Alfio Antico, il piú importante tamburellista a livello mondiale, ritorna a FestambienteSud dopo la fortunata apparizione nell'edizione invernale, per insegnare a suonare tamburo e tamburello e fornire occasione di confronto con la sua esperienza artistica. SCARICA IL MODULO DI ADESIONE

IL TEATRO DEGLI ORRORI, la rock band italiana del momento, all'ottava edizione di FestambienteSud

A Monte Sant'Angelo il 27 luglio la tappa del loro tour intitolato "il Mondo Nuovo". É l'anno dell'indie rock a FestambienteSud.






venerdì 1 giugno 2012

Spiagge e Fondali Puliti 2012



Lo scorso fine settimana abbiamo raccolto circa cinquanta tonnellate di rifiuti di ogni genere abbandonati lungo le coste. Ringraziamo tutti i volontari che hanno partecipato a questa impresa!
Possiamo vantare località marine bellissime, le nostre coste sono la meta ambita per migliaia di turisti ogni anno, ma anche, purtroppo, bersaglio di comportamenti incivili, amministrazioni poco efficienti, illegalità.
Tratti di costa colmi di rifiuti abbandonati, sfergiati dal cemento selvaggio o resi inancessibili dai privati, catrame!  Problemi da risolvere con urgenza che compromettono la salute del delicato ecosistema marino, l'integrità e la bellezza di paesaggi che il resto del mondo ci invidia.
25,26,27 maggio migliaia di volontari sono scesi  in spiaggia con noi per difendere il mare, per liberare le spiagge e i fondai ifiuti abbandonati!






Un gesto concreto di volontariato ambientale che ci aiuta ad accendere i riflettori sulla necessità di tutelare il mare e le coste, un patrimonio prezioso per la vita delle comunità locali e ricchezza per l'intero Paese.
Turismo sostenibile, comportamenti civili in spiaggia, raccolta differenziata, difesa della legalità, diritto per tutti i cittadini di accedere liberamente al mare. Queste sono le questioni che affronteremo. In attesa dell’appuntamento di Rio+20, con la campagna Spiagge e Fondali Puliti vogliamo sottolineare che la valorizzazione del territorio è la base sulla quale costruire un vero green new deal.